Letture totali: 480

Area: Lavoro e Pari opportunità

Ufficio: UFFICIO DI PIANO - AMBITO DI SEREGNO

ACCORDO PER LA REALIZZAZIONE DELL’ ALLEANZA LOCALE DI CONCILIAZIONE DI SEREGNO

PREMESSO CHE

Regione Lombardia ha sottoscritto in data 16 luglio 2013, con la Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, una convenzione per la realizzazione del programma attuativo “Conciliazione dei tempi di vita e di lavoro”, approvato con D.g.r. n. 4560 del 19 dicembre 2012;

La D.g.r. n. 1081 del 12/12/2013 “Disposizioni in ordine alla valorizzazione delle politiche territoriali di conciliazione, dei tempi lavorativi con le esigenze famigliari e delle reti di imprese che offrono servizi di welfare” stabilisce le modalità di costituzione delle Alleanze Locali di Conciliazione e che tali Alleanze saranno i soggetti chiamati a predisporre proposte progettuali da inserire nel piano territoriale di conciliazione;

 Il Decreto n. 2058 del 11.03.2014 “Modalità attuative della delibera n. 1083 del 12/12/2013 – Disposizioni in ordine alla valorizzazione delle politiche territoriali di conciliazione, dei tempi lavorativi con le esigenze famigliari e delle reti di imprese che offrono servizi di welfare” stabilisce, in particolare, le modalità di presentazione e le caratteristiche generali delle proposte progettuali che le alleanze locali possono presentare alle Reti Territoriali;

In data 26.05.2014 l’Alleanza Locale di Seregno ha presentato alla Rete Territoriale di Monza e Brianza azioni progettuali da inserire nel Piano Territo­riale di Conciliazione;

In data 29.07.2014 la Cabina di Regia Regionale ha validato il Piano Territoriale di Conciliazione di Monza e Brianza;

Nel Piano Territoriale di Conciliazione di Monza e Brianza erano presenti le azioni progettuali presentate dall’Alleanza Locale di Seregno;

TUTTO CIÒ PREMESSO I SEGUENTI SOGGETTI

 COMUNE DI SEREGNO, C.F. 00870790151 P.I. 006988490968, con sede legale in Seregno, via Umberto I, 78, rappresentato da Giacinto Mariani, sindaco del Comune di Seregno nato a Seregno il 01.04.1965 domiciliato per lo presente corico presso lo sede del Comune di Seregno;

 CONFAPI INDUSTRIA, C.F.80074990153/P.I 04403570155, con sede legale in Milano, viole Brenta, 27, rappresentata da Paolo Galassi nato/a a Legnano (MI) il 28.05.1956 domiciliato/a per lo presente corico presso lo sede di CONFAPI INDUSTRIA;

CONFAPI INDUSTRIA SERVIZI Srl, C.F. 13292070151/P.I 13292070151 con sede legale in Milano, viole Brento, 27, rappresentato da Paolo Galassi nato d Legnano (MI) il 28.05.1956 domiciliato per la presente carica presso la sede di CONFAPI INDUSTRIA SERVIZI Srl;

APA CONFARTIGIANATO IMPRESE MILANO MONZA E BRIANZA - Istituto L. Gatti con Sede legale in Monza, via G.B. Stucchi, 64 rappresentato do BARZAGHI GIOVANNI nato a Giussano il 07.02.1947 domiciliato per lo presente corico presso lo sede di APA CONFARTIGIANATO MPRESE MILANO MONZA E BRIANZA – Istituto L Gatti;

AGENZIA PER LA FORMAZIONE L'ORIENTAMENTO E IL LAVORO DI MONZA E BRIANZA C.F./P.I 06413980969, con sede legale in Monza, piazza Diaz, 1, rappresentato da Barbara Riva nata a Sesto S. Giovanni il 22.11.1967 domiciliato per lo presente corico presso lo Sede di AGENZIA PER LA FORMAZIONEL'ORIENTAMENTO E IL LAVORO DI MONZA E BRIANZA,

ISTITUTO EUROPEO MARCELLO CANDIA SOC COOP. SOCIALE PER AZIONI C.F. 07647090153/P.I.00867050965, con sede legale in Seregno, via Torricelli, 37, rappresentata da Maffezzini Federico noto/o o Seregno il 29/08/1961 domiciliato per lo presente corico presso lo sede di ISTITUTO EUROPEO MARCELLO CANDIA SOC COOP. SOCIALE PER AZIONI;

CISL MONZA BRIANZA LECCO, C.F.94504410153, con sede legale in Monza, via Dante Alighieri, 17/A, rappresentata da Viganò Marco noto a Seregno il 02/05/1959 domiciliato per lo presente carico presso lo sede di CISL MONZA BRIANZA LECCO;

STIPULANO IL SEGUENTE

ACCORDO PER LA REALIZZAZIONE DELLE ALLEANZE LOCALI DI CONCILIAZIONE

Articolo 1 – Obiettivi

I Soggetti aderenti all’Alleanza Locale di Conciliazione, mediante la sottoscrizione del presente Accordo di costituzione, si impegnano a perseguire i seguenti obiettivi:

a.    Sviluppare e sostenere le attività progettuali approvate da Regione Lombardia e contenute nell’allegato A) alla presente;

b.    Consolidare l’approccio integrato tra operatori locali all’interno del territorio di Monza e Brianza, con il fine di rendere tale approccio inte­grato stabile nel tempo e operativo sul lungo termine;

c.    Costruire un partenariato pubblico-privato rappresentativo del territorio di Seregno e capace, attraverso le proprie azioni e iniziati­ve, di incidere in modo determinante sullo sviluppo socioeconomico locale;

d.   Adoperarsi per rimuovere quanto più possibile i vincoli locali e gli ostacoli che impediscono la positiva realizzazione delle prassi conciliative;

e.    Sviluppare l’integrazione tra ambiti disciplinari differenti, oltre che più profonde e sistematiche collaborazioni tra il mondo so­ciale, socio sanitario e quello economico-imprenditoriale.

La presente Alleanza Locale risponde all’esigenza di un più stretto rapporto con tutti gli strumenti della programmazione regionale ed in particolare con i Piani di Zona, che sono parte integrante della strategia di azione della Alleanza stessa.

Articolo 2 – Oggetto

L’oggetto del presente Accordo è la costituzione della Alleanza Locale di Conciliazione di Seregno, così come prevista dalla D.g.r. n. 1083 del 12/12/2013 e dal successivo Decreto del Direttore Generale Famiglia, Solidarietà Sociale e Volontariato n. 2058 del 11.03.2014 per l’at­tuazione delle proposte progettuali presentate alla Rete Territoriale di Conciliazione e definitivamente validate da Regione Lombardia.

Articolo 3 – Governance e Organizzazione della Alleanza

I Soggetti che sottoscrivono il presente Accordo si impegnano ad individuare un sistema di governance dell’Alleanza e a stabilire una organizzazione interna della stessa, anche attraverso l’adozione di documenti comuni o regolamenti interni, dai quali devono risultare almeno i seguenti elementi essenziali:

a.    I reciproci diritti di informazione, di decisione e di controllo;

b.    Gli obblighi reciproci a carattere patrimoniale/finanziario;

c.    I termini della integrazione delle risorse apportate da ciascun membro dell’Alleanza (risorse umane, finanziarie e strumentali);

d.   La ripartizione tra i diversi partecipanti all’Alleanza dei ruoli, delle funzioni e delle responsabilità;

e.    Il valore aggiunto che ciascun soggetto apporta al partenariato (finanziario, di competenze, di relazioni, ecc.);

f.     L’opzione metodologica comune che si assume quale punto di analisi e implementazione delle azioni da intraprendere.

La composizione della Alleanza, essendo libera, può modificarsi nel tempo qualora ai Soggetti Promotori si aggiungano altri Soggetti Aderenti, sia pubblici che privati.

In tal caso i soggetti che sottoscrivono il seguente Accordo si impegnano ad individuare specifiche modalità di adesione formale alla Alleanza e di comunicare la variazione di partenariato alla rete territoriale.

Articolo 4 – Soggetto Capofila della Alleanza

Il Soggetto Capofila della Alleanza è individuato, tra i soggetti pubblici, in COMUNE DI SEREGNO – ENTE CAPOFILA DEI COMUNI DELL’AMBITO DI SEREGNO.

Il Soggetto Capofila assume il compito di coordinamento delle azioni progettuali validate, della gestione delle risorse economiche asse­gnate alla realizzazione del progetto, dei risultati attesi e raggiunti, delle modalità di utilizzo delle risorse e della attività di rendicontazione.

Articolo 5 – Membri della Alleanza

I membri della Alleanza possono partecipare anche ad altre Alleanze Locali.

Il soggetto capofila può essere capofila di una sola Alleanza Locale, mentre può partecipare ad altre alleanze in qualità di partner.

Articolo 6 – Proposte progettuali della Alleanza

La proposta progettuale che l’Alleanza ha predisposto e intende realizzare, secondo le modalità di lavoro e organizzazione che ritiene più opportune, consiste nel progetto già presentato alla rete territoriale di Monza e Brianza, validato dalla Cabina di Regia Regionale in data 29.07.2014 e allegato al presente Accordo.

La predisposizione della proposta progettuale validata, che esplicita i ruoli, le modalità di partecipazione e gli apporti, sia in termini tecnici che di contenuto, che economici, è parte integrante dell’impegno che le parti si assumono con il presente Accordo e la sua realizzazione ne costituisce lo scopo, secondo quanto individuato dalle “Linee guida per la valorizzazione delle politiche territoriali di conciliazione famiglia-lavoro e delle reti di imprese 2014-2015”.

Articolo 7 – Monitoraggio e Verifica del Piano di Azione

I soggetti aderenti alla Alleanza si impegnano ad individuare strumenti, tempi e modalità di monitoraggio e verifica delle proposte progettuali inserite nel Piano di Azione. Si impegnano inoltre a fornire al Soggetto Capofila dell’Alleanza i dati di monitoraggio e rendi­contazione che verranno richiesti dalla Rete Territoriale di Conciliazione o da Regione Lombardia.

Articolo 8 – Durata

Il presente Accordo ha durata di mesi 24 a decorrere dalla sua sottoscrizione, fatta salva la possibilità di aggiornamento nelle forme concordate dai sottoscrittori e comunque fino alla realizzazione dei Piani territoriali di conciliazione validati da Regione Lombardia.

Articolo 9 – Controversie

Le parti concordano di definire in modo amichevole qualunque controversia che possa nascere dall’interpretazione e dall’esecuzio­ne del presente Accordo e solo successivamente al fallimento del tentativo di conciliazione, al giudice competente.

Articolo 10 – Disposizioni finali

Il presente Accordo è vincolante per le Parti che lo sottoscrivono.

Il presente Accordo rimane in vigore sino alla completa realizzazione degli interventi in esso previsti o da esso comunque derivanti, con eventuale aggiornamento e/o integrazione, oltre che con possibilità di rinnovo.

Per ogni elemento non direttamente disciplinato dal presente Accordo, si rimanda alla normativa vigente, anche in relazione alla disciplina in tema di protezione dei dati personali.

Letto e sottoscritto

Seregno, 28.10.2014

COMUNE DI SEREGNO

CONFAPI INDUSTRIA

 CONFAPI INDUSTRIA SERVIZI Srl  a socio unico

APA CONFARTIGIANATO IMPRESE MILANO MONZA E BRIANZA

AGENZIA PER LA FORMAZIONE L'ORIENTAMENTO E IL LAVORO DI MONZA E BRIANZA

ISTITUTO EUROPEO MARCELLO CANDIA SOC COOP. SOCIALE PER AZIONI

 CISL MONZA BRIANZA LECCO

All. progetto protocollato

Il presente Accordo rimane in vigore sino alla completa realizzazione degli interventi in esso previsti o da esso comunque derivanti, con eventuale aggiornamento e/o integrazione, oltre che con possibilità di rinnovo.

Per ogni elemento non direttamente disciplinato dal presente Accordo, si rimanda alla normativa vigente, anche in relazione alla disciplina in tema di protezione dei dati personali.

Letto e sottoscritto

 

DOCUMENTI DISPONIBILI

  •  REGOLAMENTO DELL'ALLEANZA LOCALE DI CONCILIAZIONE - AMBITO DI SEREGNO