ALTRI CONTENUTI - ANTICORRUZIONE
  • PIANO TRIENNALE PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E PER LA TRASPARENZA, 2017 - 2018 - 2019

    Con delibera di G.C. n.19 del 31.01.2017 è stato approvato il Piano triennale per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza, di cui all'art. 1, comma 8, della Legge n. 190/2012.

  • RELAZIONE ANNUALE ANTICORRUZIONE (2016)

    In allegato, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012, la relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite nel Piano triennale di prevenzione della corruzione (anno 2016).

     Scheda Relazione RPC 2016.xlsx
  • PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE, 2016 - 2017 - 2018

    Con delibera di G.C. n.14 del 26.01.2016 è stato approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione, di cui all'art. 1, comma 8, della Legge n. 190/2012.

  • SEGNALAZIONE DI ILLECITI O DI IRREGOLARITA' (WHISTLEBLOWING)

    Con Delibera di Giunta n.265 del 11/12/2015 "Procedura di segnalazione di illeciti o di irregolarità - disciplina della tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. Whistleblower)" l'Amministrazione Comunale ha approvato la procedura di gestione delle segnalazioni di illeciti. 

    La presente procedura disciplina le modalità di segnalazione degli illeciti nell’ambito delle attività di prevenzione della corruzione previste dal Piano di Prevenzione della Corruzione del Comune di Seregno adottato con Delibera di Giunta n.12 del 27/01/2015. 

    L’art. 1, comma 51, della legge 190/2012 "Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione" ha inserito un nuovo articolo, il 54 bis1, nell’ambito del d.lgs. 165/2001, rubricato "Tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti", in virtù del quale è stata introdotta, nel nostro ordinamento, una misura finalizzata a favorire l’emersione di fattispecie di illecito, nota nei paesi anglosassoni come whistleblowing.

    L'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), con Determinazione n. 6 del 28 aprile 2015, ha approvato le linee guida in materia di tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (whistleblower).

    La suddetta segnalazione può essere effettuata anche da soggetti esterni (non dipendenti dell’Ente) che siano venuti a conoscenza di eventuali illeciti commessi all’interno dell’Ente. Le modalità di segnalazione di illeciti di seguito elencate sono riservate ai soggetti esterni all’Ente. In particolare, il modello di segnalazione allegato al presente articolo, debitamente compilato, potrà essere inviato al Responsabile per la prevenzione della corruzione del Comune di Seregno:

    a) mediante invio del "modello di segnalazione illeciti", pubblicato sul sito comunale, all’indirizzo di posta elettronica a tal fine appositamente attivato (info.segnalazioni@seregno.info). In tal caso, l’identità del segnalante sarà conosciuta solo dal Responsabile della prevenzione della corruzione che ne garantirà la riservatezza, fatti salvi i casi in cui non è opponibile per legge;

    b) a mezzo del servizio postale, mettendo come destinatario il "Comune di Seregno all’att.ne del Responsabile della prevenzione della corruzione"; in tal caso, per poter usufruire della garanzia della riservatezza, è necessario che la segnalazione venga inserita in una busta chiusa che rechi all’esterno la dicitura "riservata/personale".

    In alternativa, la segnalazione può essere effettuata compilando on line l'apposito form di cui al seguente link: modulo segnalazione illeciti. Anche in questo caso l'identità del segnalante sarà conosciuta solo dal Responsabile della prevenzione della corruzione che ne garantirà la riservatezza.

    La segnalazione di illeciti effettuata dai dipendenti del Comune di Seregno avviene invece tramite un apposito canale messo a disposizione da Ancitel al seguente link: https://anticorruzione.ancitel.it (accesso riservato con PIN e password personali).

    Con legge n. 179 del 30 novembre 2017 sono state inoltre approvate specifiche "disposizioni per la tutela degli autori di segnalazioni di reati o di irregolarità, di cui siano venuti a conoscenza nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico o privato". In partciolare, l'identità del segnalante non può essere rivelata e la segnalazione è sottratta all'accesso previsto dalla legge 241/1990 e successive modificazioni. Il pubblico dipendente che, nell'interesse dell'integrità della pubblica amministrazione, segnala al Responsabile per la prevenzione della corruzione e per la trasparenza dell'ente, o all'ANAC o all'autorità giudiziaria condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del proprio rapporto di lavoro non può essere sanzionato, demansionato, licenziato o comunque sottoposto ad altra misura organizzativa avente effetti negativi, diretti o indiretti, sulla propria condizione di lavoro.

     

  • RELAZIONE ANNUALE ANTICORRUZIONE (ANNO 2015)

    In allegato, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della legge n. 190/2012, la relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione sull’efficacia delle misure di prevenzione definite nel Piano triennale di prevenzione della corruzione (anno 2015).

     RELAZIONE RPC ANNO 2015.xlsx
  • RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

    In allegato il decreto di conferimento al Segretario Generale, Dr. Francesco Motolese, dell'incarico di Responsabile della prevenzione della corruzione del Comune di Seregno.

     decreto nomina Resp Anticorr 24_09_2015.pdf
  • PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

    Con delibera di G.C. n. 12 del 27.01.2015 è stato approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione, di cui all'art. 1, comma 8, della Legge n. 190/2012.

     Piano Anticorruzione 2015-2017.pdf
  • PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE

    Con delibera di G.C. n. 15 del 28.01.2014 è stato approvato il Piano triennale di prevenzione della corruzione, di cui all’art. 1, comma 8, della Legge n. 190/2012.

     Piano Anticorruzione 2014-2015-2016.pdf
  • RELAZIONE ANNUALE ANTICORRUZIONE (ANNO 2013)

    Ai sensi dell'articolo 1 comma 14 della Legge 190/2012 si pubblica in allegato la relazione annuale del Responsabile della prevenzione della corruzione sui risultati dell'attività svolta nel 2013 in merito a ciascuno degli obiettivi previsti dal Piano Nazionale Anticorruzione.

     Relazione annuale anticorruzione 2013.pdf