Pubblicato il: 05/04/2017   
Diversi gli interventi nel corso della serata che si è tenuta a L'Auditorium, con importanti contributi tra cui la presentazione di 10 regole per l'utilizzo appropriato dello Smartphone

Affollato L’Auditorium, tra genitori e docenti, in occasione dell’incontro sul Cyberbullismo e l’utilizzo improprio della rete, tema di grande attualità promosso dalla “Rete Ali per l’infanzia e l’adolescenza”, con il patrocinio del Comune di Seregno.

 

La serata si è aperta con i saluti del Sindaco Edoardo Mazza e dell’Assessore all’istruzione Ilaria Anna Cerqua e l’introduzione della Chairman Professoressa Francesca Di Liberti. A seguire gli interventi del Dirigente scolastico Nino Stillittano, l’avvocato Stefania Crema e le testimonianza dei genitori del Gruppo Appost@genitori di Seregno e l’ Associazione Genitori di Carate Brianza. In sala presenti altri Dirigenti degli Istituti della Rete Rossana Spreafico, Rita Troiani e Gianni Trezzi, che hanno contribuito con al dibattito con i genitori.

 

L’avvocato Crema ha presentato un «Decalogo» per l’utilizzo dello Smartphone:

 

Regola 1: lo smartphone è un regalo e la sim è intestata a mamma e papà pertanto devono conoscere la password

Regola 2: lo smartphone si usa soltanto quando serve

Regola 3: non si usa a tavola, non si leggono messaggi mentre qualcuno parla, si spegne di notte

Regola 4: il minore va educato all’uso di Internet: sono veloci ma non competenti

Regola 5: non si prende in giro o si parla male dei compagni su WhatsApp o su Facebook

Regola 6: non si fanno foto senza il consenso, non si modificano né divulgano… tutto ciò che passa sulla rete lì rimane

Regola 7: almeno fino a 12 anni il bambino va tenuto sotto controllo

Regola 8: mamma e papà devono dare il buon esempio, almeno nel tempo dedicato ai figli

Regola 9: lo smartphone distrae. Fare un patto durante i compiti

Regola 10: Insegnare ai bambini a esprimere le emozioni non soltanto con emoticon

 

La Rete Ali per l’infanzia e l’adolescenza comprende 41 scuole della Provincia di Monza e Brianza: I.C. Stoppani, I.C. Moro, I.C. Rodari, I.I.S. Bassi, I.I.S. Levi e Liceo Parini (Seregno); I.C. (Barlassina); I.C. Battisti (Cogliate); I.C. Piola e  L.A.S. Modigliani (Giussano); I.C. Volta (Lazzate); I.C. Toti (Lentate sul Seveso) I.I.S. Marie Curie e Afol Monza E Brianza (Meda);  I.C. Via Adua e I.C.S. Via De Gasperi (Seveso); I.C. Giovanni XXIII (Besana Brianza); I.C. S. Andrea (Biassono); I.C. Romagnosi e I.I.S. Leonardo Da Vinci  (Carate Brianza); I.C.S. De Amicis, I.C. Piazza Caduti e I.C. Via Mariani (Lissone); I.C. Rodari (Macherio); I.C. Sassi (Renate); I.C. Paccini (Sovico); I.C. Albiate e Triuggio (Triuggio);  I.C. Giovanni XXIII (Vedano Al Lambro); I.C. Manzoni (Bovisio Masciago); I.C. Via Stelvio e I.I.S. Majorana (Cesano Maderno); I.C. Via Agnesi e  I.C. Via Tolstoj (Desio); I.C. F.lli Cervi  I.C. Via Pace (Limbiate); I.C. D’Acquisto e I.C. Casati (Muggiò); I.C. Giovanni XXIII e I.C. Via Mazzini (Nova Milanese); I.C  Bagatti Valsecchi e I.C. Moro (Varedo).