Pubblicato il: 09/02/2024   

AGGIORNAMENTO DEL 10.02.2024

  • Una profonda circolazione di bassa pressione sull'Ovest del continente veicola il passaggio di un sistema perturbato verso la Lombardia, la cui parte più attiva è attesa in transito entro la giornata odierna, sabato 10/02. Il flusso umido meridionale innescato nelle ultime ore insisterà fino alla notte, con precipitazioni moderate e diffuse che tenderanno a persistere su tutti i settori, con cumulate più significative su Orobie, Lario, Prealpi Varesine e nodo idraulico milanese. Dopo una temporanea attenuazione della fenomenologia attesa durante il pomeriggio, tra le 18:00 e la mezzanotte circa si assisterà ad una ripresa sulle stesse zone con estensione anche alle Prealpi Orientali.
  • La quota delle nevicate ha subìto un temporaneo lieve rialzo sui rilievi orientali, nel pomeriggio sarà variabile tra 1300 e 1500 metri su Alpi, Prealpi Varesine e Adamello, 1500-1700 metri sui settori meridionali e in Appennino. La ventilazione si manterrà moderata o a tratti forte, meridionale in montagna ed orientale sulla pianura, con rinforzi fino al tardo pomeriggio.
  • Precipitazioni residue di debole intensità concentrate prevalentemente durante le prime 12 ore della giornata di domani 11/02, tendenti a isolarsi sui settori orientali nel pomeriggio e seguite da un generale esaurimento ovunque in serata. Sulle zone prealpine localmente si potranno registrare cumulate prossime ai 15/20 mm. Sui rilievi ultime nevicate a quote generalmente comprese tra 1200-1400 metri, compresi i settori Prealpini meridionali e l'Appennino. Venti deboli o moderati in graduale rotazione da Nord, con rinforzi in alta quota sulle Alpi soprattutto in serata.

----------------------

La zona omogenea di allertamento IM09, della quale Seregno fa parte, è interessata da un codice GIALLO per RISCHIO IDROGEOLOGICO E IDRAULICO a partire dalle ore 18.00 del 09.02.2024, fino alle ore PROSSIMO AGGIORNAMENTO

  • Nella giornata di oggi 09/02 i fenomeni tenderanno a persistere soprattutto sui settori prealpini centro-orientali, dove saranno possibili cumulate maggiori. Piogge deboli o moderate diffuse sono attese anche sull'Alta Pianura e in particolare sul Nodo Idraulico di Milano, dove i fenomeni tenderanno ad intensificarsi tra le 18:00 e la mezzanotte. Precipitazioni più intense attese in nottata anche sull'Appennino Pavese. La ventilazione meridionale resterà sostenuta sulla fascia alpina e sull'Appennino specie alle quote più elevate, con valori medi areali tra 20 e 40 km/h e possibili e raffiche fino a 70 km/h alle quote più elevate. Dopo un parziale calo, dalla sera è atteso un nuovo rinforzo specie sull'Appennino. In particolare, su Appennino Pavese, l’aumento della ventilazione è atteso dalle 18:00 alla mezzanotte e si riferisce alle quote superiori ai 600-800 metri, dove le raffiche potranno raggiungere i 65-80 km/h. Previsto rinforzo del vento anche in pianura.
  • Per l'intera giornata di domani 10/02 le precipitazioni tenderanno a persistere su tutta la regione, con piogge moderate diffuse e cumulate più significative su Orobie, Lario, Prealpi Varesine e Nodo Idraulico di Milano. La ventilazione è prevista sostenuta ovunque, meridionale in montagna con raffiche più intense sulle creste e in particolare sull'Appennino Pavese (oltre gli 800 metri), moderata orientale sulla pianura con rinforzi soprattutto al mattino. In serata è prevista una generale attenuazione.
  • La quota neve si collocherà mediamente tra i 1400 e i 1600 metri sui rilievi prealpini e alpini meridionali, tra 1200 e 1400 metri sulle zone più a Nord. Si sottolinea una probabilità più alta di cumulate maggiori sulla zona orobica specie arealmente, ma valori simili più localizzati potranno essere registrati anche su Laghi e Prealpi Orientali e Laghi e Prealpi Occidentali. Per la giornata di domani 10/02 la quota neve resterà variabile tra 1200 e 1400 metri sui settori settentrionali delle Alpi e tra 1400 e 1600 metri sui settori meridionali e su quelli prealpini. Un lieve e generale abbassamento resta possibile tra la sera e la notte su domenica 11/02

Il Centro Funzionale rivaluterà nella mattinata di domani 10/02 i nuovi scenari previsionali e sulla base dell'analisi delle precipitazioni pregresse e delle nuove corse modellistiche idrologiche-idrauliche sarà vagliato l'aggiornamento dei codici di allerta.

Per maggiori informazioni, è possibile consultare il sito www.allertalom.regione.lombardia.it

fonte: CFMR Regione Lombardia